La produzione del grana padano Pizzighettone

Il processo produttivo del Grana Padano DOP è un percorso affascinante e ricco di storia.

Ricevimento del latte crudo proveniente da stalle riconosciute idonee alla produzione di formaggio DOP Grana Padano

Affioramento naturale del latte crudo a temperatura compresa tra 8-20°C

Trasferimento del latte parzialmente scremato in caldaie tradizionali a doppio fondo

Rottura della cagliata e cottura della medesima a 53-56°C

Aggiunta del caglio naturale di vitello e coagulazione

Aggiunta del siero innesto naturale

Sosta sotto siero della cagliata per 30-70 minuti

Taglio della cagliata in 2 masse

Estrazione della cagliata e loro sistemazione in fascere con etichetta in caseina

Stagionatura per almeno 10 mesi a temperatura di 15-22°C, con periodici rivoltamenti e pulizia della forma

Immissione delle forme in salina

Introduzione in fascere con marchio di Origine

Apposizione marchio a fuoco identificativo DOP da parte del Consorzio Grana Padano

Ricevimento del latte crudo proveniente da stalle riconosciute idonee alla produzione di formaggio DOP Grana Padano

Affioramento naturale del latte crudo a temperatura compresa tra 8-20°C

Trasferimento del latte parzialmente scremato in caldaie tradizionali a doppio fondo

Aggiunta del siero innesto naturale

Aggiunta del caglio naturale di vitello e coagulazione

Rottura della cagliata e cottura della medesima a 53-56°C

Sosta sotto siero della cagliata per 30-70 minuti

Taglio della cagliata in 2 masse

Estrazione della cagliata e loro sistemazione in fascere con etichetta in caseina

Introduzione in fascere con marchio di Origine

Immissione delle forme in salina

Stagionatura per almeno 10 mesi a temperatura di 15-22°C, con periodici rivoltamenti e pulizia della forma

Apposizione marchio a fuoco identificativo DOP da parte del Consorzio Grana Padano